Diario Alimentare

Il Diario Alimentare, è un efficace strumento che migliora la consapevolezza delle calorie assunte e consumate More »

Successo nella perdita di peso

Numerosi studi dimostrano che tenere un diario giornaliero degli alimenti aiuta ad ottinene più successo nella perdita di peso rispetto a coloro che non annotano la loro assunzione di cibo. More »

Utilità del Diario Alimentare

Dalla lettura del diario si potrà comprendere qual è la relazione tra la scelta di alimenti e lo stato d’animo del soggetto, inoltre prendere consapevolezza di tutti gli alimenti assunti, specialmente di quelli fuori orario, di cui spesso ci si dimentica e che contribuiscono ad aumentare l’apporto caloricoe edimparare a leggere i dati inseriti, correggendo eventuali errori. More »

Compagno nell ricerca del peso iedale

Compilare sempre dopo ogni pasto può anche irritarvi, cercate di vivere questa obbligazione con allegria, un modo per ravvivarlo può essere utilizzare emoticons per i pasti soddisfacenti o quelli che sono andati come ci eravamo ripromessi. More »

Benvenuti in Diario Alimentare

Benvenuti nel nostro sito, cercheremo in seguito di procedere nelle scelte migliori per usufruire al meglio del vostro diario alimentare. More »

 
Sale kala namak

sale himalaya nella dieta

Sale himalayano nella dieta.

E’ compito dei nutrizionisti dare indicazioni sulla dieta, spesso nelle loro indicazioni appare esplicita richiesta di fare uso di sale diverso da quello comune, tra i più raccomandati ci sono vari tipi di sale di provenienza himalayana. Di origine antichissima, formatosi 250.000.000 di anni fa quando l’aria era pulita, oggi viene estratto a mano e confezionato sul posto, in Pakistan.

frutta oloesa, secca

Dieta e frutta oleosa

Dieta e frutta oleosa.

Tra le tante interrogazioni tra chi sta praticando una dieta è se la frutta oleosa è indicata.

Fino a 30 grammi di frutta oleosa al giorno non fanno ingrassare. Il consumo moderato e regolare di mandorle, noci, nocciole arachidi, pistacchi… naturali e non salati non favorisce l’accumulo di grassi, anzi facilita addirittura il dimagrimento.

Nella frutta oleosa sono presenti fibre e proteine sazianti, magnesio, vitamine B e Omega 3, tutte sostanze con caratteristiche antifame.

La frutta oleosa è in grado di tenere sotto controllo gli zuccheri della frutta fresca, rallentandone l’arrivo nel sangue e prevenendo picchi glicemici elevati che favoriscono il sovrappeso.

Cura naturale per il colesterolo

Bergamotto, cura naturale per il colesterolo.
Rimedio nutraceutico al colesterolo, il bergamotto jonico-reggino è un ottimo rimedio per la salute dell’essere umano. Dal frutto raccolto, tra novembre e marzo, dalla pianta Bergamia Risso, che ha il suo habitat più esclusivo in provincia di Reggio Calabria, tra Villa San Giovanni e Monasterace, che si ottiene il succo, un concentrato di antiossidanti, minerali e vitamine che, innanzitutto, abbassa il colesterolo cosiddetto “cattivo” (LDL), trigliceridi e che diminuisce il livello alto di glucosio nel sangue.

Un prodotto nutraceutico, riconosciuto dal 2006 negli studi condotti dai ricercatori e università italiane, che hanno interessato parecchio la scienza medica e gli addetti ai lavori, avvalorando il suo ruolo terapeutico contro il colesterolo alto.

E’ stato in particolare scoperto che il succo di bergamotto contiene due princìpi naturali e attivi che agiscono da statina naturale sui livelli di trigliceridi, glicemia e colesterolo alto, ma senza provocare i gravi effetti collaterali che possono determinarsi con le statine contenute in farmaci convenzionali. Il professor Giovanni Sindona, dell’Università della Calabria, ha identificato nel bergamotto quattro flavonoidi in grado di interferire, nel corpo umano, con la sintesi naturale di colesterolo.

A differenza di altri agrumi il bergamotto reggino ha sia per la composizione sia per l’alta concentrazione di flavonoidi – che comprendono naringina, neoeriocitrin e neoesperidina – la capacità di inibire un enzima chiave nella produzione di colesterolo. A proposito di miniere dell’agrume, uno studio clinico ha coinvolto in passato 238 pazienti con ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia. Il bergamotto ha consentito di ottenere risultati che hanno evidenziato, dopo quattro settimane, un aumento del 40% di HDL (colesterolo “buono”), un calo del 36% in LDL (colesterolo “cattivo”), una diminuzione del 39% dei trigliceridi e una diminuzione del 22% di glucosio nel sangue.

Le indennità generate dall’agrume-bergamotto con fattori di grande benessere per l’essere umano diventano molto incisive e determinano:

– Salute cardiovascolare,

– Riduzione del colesterolo totale,

– Riduzione LDL,

– Riduzione trigliceridi,

– Incremento di HDL,

– Riduzione delle glicemie,

– Perdita di peso sana.

Possono beneficiare delle proprietà che già risiedono nelle vaste profonde miniere del bergamotto, persone a rischio diabete, come coloro con prediabete o sindrome metabolica. Il bergamotto oltre a curare il colesterolo alto ha benefici che si estendono pure alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. In paesi come l’Italia è, infatti, tra le principali cause di morte l’infarto acuto del miocardio.

Se è già stata clinicamente dimostrata l’ascesa terapeutica, in commercio i prodotti curativi grazie all’integrazione del bergamotto sono molteplici. In terapia, però, potrebbero “disturbare” altri farmaci, ecco perché è opportuno sempre consultare un professionista della salute prima di intraprendere una qualunque cura e mai, quindi, agire per conto proprio.

Il succo di bergamotto e l’agrume nella sua interezza sono un concreto aiuto in senso alimentare e nutraceutico nella battaglia contro i danni alla salute provocati dall’incedere di colesterolo alto e trigliceridi. E dalla scienza medica potrebbero giungere prossimamente nuove rivelazioni, giacché i derivati del bergamotto devono essere ancora completamente esplorati.

Ultima nota sul bergamotto: Attenzione all’acquisto, accertatevi che il bergamotto sia di produzione jonico-reggina, i frutti di altre località nel mondo non hanno alcun beneficio per la salute. I particolare microclima dell’area jonica, ha creato un agrume che per caratteristiche chimiche non è riproducibile il altre parti del mondo.

Acquisto sicuro: Bergasterol, cura nutraceutica per il colesterolo.

Nutraceutica, alimenti nutraceutici

Nutraceutica, alimenti nutraceutici.

La nutraceutica è un termine coniato da alcuni decenni dall’unione dei termini nutrizione e farmaceutica, si riferisce allo studio dei cibi che hanno una azione benefica su corpo e mente. Con gli alimenti nutraceutici puoi influire positivamente sull’intero organismo e prevenire e ridurre malattie.

Utilizzare gli alimenti ed usarli per la salute, sono noti gli effetti del cioccolato, della curcuma, del bergamotto, soia, foglie di olivo, nopal, aloe, sale rosa, ecc…

Nei prossimi articoli di Diario Alimentare, tratteremo volta per volta, gli aspetti degli alimenti nutraceutici. Con il cibo si può curare il colesterolo, trigliceridi, pressione arteriosa, diabete, stress ed ansia. Co sono ottimi rimedi nutraceutici per proteggere fegato, cuore, osteoporosi fino riparare danni da chemioterapia e prevenire tumori.

A seguito di assunzione di alimenti nutraceutici, quasi sempre di origine naturale, molto spesso vegetale si è in grado di interagire con una o più funzioni del nostro organismo. Negli ultimi anni cresce la certezza di trovarsi “intossicati”; dall’eccessivo uso di medicine tradizionali, da alimenti troppo spesso poco sopportabili e addirittura dannosi per il nostro organismo. Aumentano le intolleranze a prodotti tecnologici, ogm,.  La nutraceutica non è da considerarsi necessariamente e molto sommariamente “una moda”, come banalmente può essere interpretata la alimentazione vegana, fondamentalmente c’è una coscienza diretta al naturale per la salvaguardia del pianeta. Inoltre affinché un alimento possa essere detto funzionale o nutraceutico deve superare severi test scientifici.

Con gli alimenti nutraceutici, con la nutraceutica si trova e ritrova salute, semplicemente a tavola

 

Pala di ficodindia, succo di Nopal

Oggi ci hanno suggerito di dedicare dello spazio al succo di pala di ficodindia, Nopal. Abbiamo appurato quanto si citerà nella esposizione successiva, ma non siamo riusciti a citarne le fonti…. ce ne scusiamo con l’autore.

Togliete la buccia e le spine, frullate una PALA di FICODINDIA “cladode” ed ecco creata una bevanda davvero speciale!
Il frullato fino, il succo è chiamato anche NOPAL,  il sapore non è molto invitante ma è un toccasana per la salute.

Il Nopal estratto a succo, ha molte proprietà terapeutiche, favorisce la guarigione dal diabete, colesterolo riduce gli zuccheri nel sangue, da equilibrio ai trigliceridi e agli altri elementi contenuti nel sangue, trasforma il colesterolo LDL, ovvero quello ritenuto “cattivo”; in colesterolo HDL ovvero quello ritenuto “buono”, elimina l’insorgere di emorroidi, problemi cardiovascolari, ipertensione e difende l’apparato digerente dall’insorgere di numerose malattie.
Il suo utilizzo è consigliato anche per la prevenzione del Cancro.

Inoltre, rafforza il fegato e il pancreas migliorando così la capacità dell’insulina a stimolare il movimento del glucosio dal sangue alle cellule del corpo dove viene utilizzato come fonte d’ energia.
Fornisce anche un aiuto prezioso contro l’obesità perchè i 18 aminoacidi presenti (tra questi 8 essenziali) bloccano l’insorgere dell’appetito. Essendo una fonte di vitamine A, B1, 2, 3, C e di minerali come Calcio, Magnesio, Sodio, Potassio, Ferro, e Fibre in lignina, cellulosa, emicellulosa, pectine, mucillagini, più gli aminoacidi disintossicano e sostengono il fegato. Il succo di Nopal è ampiamente usato come un anti-infiammatorio diuretico.

Agisce anche contro l’Arteriosclerosi perché gli effetti degli aminoacidi e delle fibre, tra cui l’anti-ossidante vitamina C e A (B-carotene), impediscono la probabilità di danno alle pareti dei vasi sanguigni e la formazione di placche di grasso.

Il Nopal ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, grazie a sostanze nutrienti rare e potenti come la Betalaina. Le Betalaine sono bio-flavonoidi provenienti dalla famiglia della quercetina. Formano una protezione solida contro le infiammazioni legate ai radicali liberi (molecole instabili nel corpo). Il Nopal contiene la più alta concentrazione di betalanina che si può trovare in natura.

L’altissimo contenuto di fibre aiuta la regolarità intestinale.
Almeno il 20% della foglia è composta da sali Minerali quali: potassio, calcio, magnesio, fosforo, ferro, rame etc. –
18 amminoacidi
Vitamine: nicotinammide (vit. B3), B1 e B2, vit. A e C

Questo è quanto nel testo originale, non è certo poco… ma non potevamo pubblicare qualcosa senza una nostra ricerca, al tutto noi aggiungiamo che il succo di pala di ficodindia, Nopal, ha una capacità che ci sta a cuore divulgare per tutti i nostri lettori di Diario Alimentare.

Ne abbiamo discusso con la Aical, associazione calabrese a tutela del prodotto tipico, loro hanno realizzato un succo prendendo spunto dalla capacità di catalizzare intorno a sé i grassi, per poi farli eliminare dall’intestino, in modo naturale e senza che l’organismo le acquisisca. Si riduce l’apporto di grassi nel corpo del 30%. Un buon rimedio per eliminare i grassi in modo naturale dal pasto quotidiano.

Crediamo che il succo di pala di ficodindia valga la pena di far parte della vostra dieta.

Vi indichiamo il link per l’acquisto: http://www.bioverde.it/prodotto/cladodine-succo-di-foglia-di-fico-dindia/

 

Abbassare il colesterolo cattivo

dietaABBASSARE IL COLESTEROLO CATTIVO
Le malattie cardiovascolari, per esempio infarto o ictus, appartengono prevalentemente al mondo occidentale e sono tra le maggiori cause di morte. Uno dei fattori di rischio è il colesterolo troppo alto, o più precisamente di alti livelli di colesterolo LDL.
Il colesterolo LDL è chiamato colesterolo “cattivo” (al contrario di colesterolo “buono” HDL).

sale rosa dell'Himalaya

Sale rosa dove si compra

Sale rosa dove si compra.

Il sale rosa è uno degli articoli più richiesti tra gli alimenti che compongono una dieta moderna, lo si trova in tutte le farmacie ed erboristerie, nei negozi di articoli per la salute e la bellezza, anche alcuni negozi di ortofrutta dispongono di articoli di sale rosa.

polline di api

Polline di api per dimagrire

Polline d’api per dimagrire Quando si parla di dieta di solito lo si fa con l’intenzione di dimagrire, tra i tanti rimedi e diete spicca ultimamente  a mo’ di riscoperta: il polline d’api. E’ la nuova tendenza per mantenersi in forma e in salute.

Dieta per la cellulite

La dieta per la cellulite da applicare con il vostro diario alimentare

La cellulite è una condizione che porta problemi esistenziali e di carattere psicofisico  alla maggior parte delle donne. Questo aspetto ondulato della pelle, tipo buccia di arancia, con fori nelle gambe, glutei e anche nell’addome, causa frustrazione  se non esposto a vista.

infuso di foglie di olivo

Infuso di foglie di olivo per abbassare l’ipertensione

Le foglie di olivo (Olea europaea), si stanno guadagnando il riconoscimento come un potente difensore contro molte malattie e numerosi studi scientifici sono stati condotti per indagare gli estratti e proprietà benefiche. Tra i benefici segnalati dall’infuso di foglie di olivo o estratto, c’è quello di abbassare la pressione sanguigna – ipertensione – sostenere il sistema cardiovascolare e il sistema immunitario. Le foglie di olivo forniscono composti vegetali altamente essenziali con antiossidanti polifenolici naturali.