Gonfiori, ritenzione idrica.

via le tossine

Gonfiori, ritenzione idrica.

Elementi importanti nella dieta e nell’espressione della propria silhouette sono la riduzione dei gonfiori e della ritenzione idrica. Non siamo mai stati propensi per del diete drastiche, con troppo di questo e troppo poco di quello, continuiamo a pensare che gli squilibri alimentari nel medio e lungo periodo siano dannose non solo per il fisico, ma anche per la psiche.

La semplicità della dieta contro gonfiori e ritenzione idrica.

I gonfiori e la ritenzione idrica si combattono prima di tutto con l’acqua, poi tante fibre e cereali integrali, proteine verdi, calcolati nel vostro diario alimentare e frazionati in tre mini pasti al giorno.

Fibre di pala di ficodindiaSe volete essere più certi dell’efficacia in termini di assunzione di grasso, provate il Cladodine, fibre di pala di ficodindia che ne riducono (i grassi) l’assorbimento fino al 30%.
100% prodotto naturale, 100% pala di ficodindia

Cambiare al meglio il nostro modo di alimentarsi per rimanere in linea e pieni di energia. Assicuratevi saltuariamente di integrare nella dieta pasti con apporto di proteine e possiamo anche cedere al dolcetto saltuario.

 

L’effetto psicologico sulla dieta attuata è fondamentale nella continuità e funzionalità della stessa, non fatela troppo proibitiva ripetitiva, rischiereste di stancarvi ed abbandonarla troppo presto. Non esiste il sacrificio di una settimana per perdere sette chili, sono slogan cinematografici e da campagne pubblicitarie con l’intento della vendita istintiva. Bisogna inoltre ricordare che l’eccesso va eliminato anche con dell’attività fisica.

Una dieta con riduzione dei gonfiori e ritenzione idrica, nel vostro diario alimentare dovete contenervi nelle 1400 calorie quotidiane, quindi potete utilizzare indicativamente:

  • latte di soia, tè,
  • frutta
  • fette biscottate integrali, penne o pasta integrale, pane di segale o integrale
  • yogurt greco magro, uova,
  • farro, fiocchi d’avena
  • lenticchie, cipolla, pomodoro, rucola, fagioli, bietole, piselli, cetrioli
  • olio
  • pesce

Vi consigliamo anche un minimo di apporto di sale, per rendere più appetitosi i piatti realizzati, scegliete il sale rosa himalayano.