gruppo Rete Unica srl - P Iva 02767700806 - ROC 26987

Le verdure invernali

Le verdure invernali

Create dalla natura per farci superare l’inverno, le verdure invernali.

Nel periodo invernale le verdure sono presenti in minore quantità rispetto alle altre stagioni, ma sono particolarmente ricche di vitamine, minerali, e tanti elementi e microelementi per farci superare l’inverno.

Le verdure invernali

In forma ed in salute con i superpoteri delle verdure invernali

Escludendo gli agrumi nei banchi del mercato rionale, fuori dalle varietà proposte dalla grande distribuzione, troviamo in numero limitato ma più sano le verdure di stagione. Le verdure invernali sono molto varie in forma e caratteristiche.

Vediamo cosa immettere nella nostra dieta salutistica:

I cavoli. Sono tanti loro, coloratissimi e spettacolari. Con e senza infiorescenza, i cavoli sono eccezionali per l’apporto di fibre. Contengono vitamina A e C

Gli ortaggi a radice. Qui possiamo elencare la barbabietola, carota, patate, pastinaca. Questi ortaggi e radici invernali sono ricchi di fibre ed apportano benessere con diversi nutrienti, sali minerali ed antiossidanti.

Il finocchio.  Nelle diete dimagranti è sempre consigliato, la sua fibra è saziante e contiene pochissime calorie. L’insalata di finocchio (consumato crudo) apporta il 25 % del fabbisogno di vitamina C. ha anche un discreto contenuto di potassio.

La zucca. Il consumo di 100 grammi al giorno riesce a coprire l’intero fabbisogno di vitamina A, ha un buon apporto in vitamina C

Spazio alle verdure di stagione, sempre. Le verdure invernali hanno tutto ciò che serve per passare in forma e salute la stagione fredda

Al mercato trovate inoltre:
verdure invernali a foglia verde (spinaci, sedano, lattuga, acetosa, crescione, catalogna, coste, erbette)

 

Related Post

Dimagrire con il succo di nopalDimagrire con il succo di nopal

Dimagrire con il succo di nopal è facile e naturale.

Che cosa è il succo di nopal

Il termine “succo di nopal” è detto dalla letteratura scientifica e si accentra lutilizzo nel centro-america, in italiano sarebbe più corretto “succo dei cladodi di fico d’india“. Nelle Americhe c’è un vero e proprio culto per le pale di fico d’india, esso fa parte di numerose diete alimentari e molte di esse sono incentrate nel dimagrimento.

In Italia il succo arriva anche dal Messico, ma non in “versione” naturale, è con aggiunta di additivi e conservanti che ne pregiudicano il buon funzionamento, altre versioni sono in polvere naturale (Nopal che produciamo anche noi in Italia). E’ importante componente di numerosi integratori alimentari. (altro…)