gruppo Rete Unica srl - P Iva 02767700806 - ROC 26987
Diario alimentare Alimenti,Dieta e salute,nutraceutica La dieta per il colesterolo alto

La dieta per il colesterolo alto

Succo di bergamotto nella dieta contro il colesterolo alto

La dieta per il colesterolo alto, gli alimenti da inserire

Colesterolo: 10 alimenti consigliati per ridurlo e tenerlo a bada.

il diario alimentare

Il Colesterolo è un indicatore importante della nostra salute da non sottovalutare. La maggioranza di chi soffre di questa patologia per ridimensionarlo fa uso di farmaci di sintesi. Sempre in crescita coloro che ricercano soluzioni in prodotti di origine naturale ma, in alcuni casi, potrebbe essere sufficiente agire a livello alimentare, seguendo una dieta, consumando alimenti in grado di ridurre gli accumuli di grasso a livello del sangue.

L’alimentazione corretta per abbassare il colesterolo

Seguire una dieta ricca di verdura, legumi, frutta e cereali integrali dovrebbe aiutare a mantenere i livelli di colesterolo sotto controllo. Certi cibi più di altri, in base a specifici studi scientifici, sono considerati utili a tale scopo.

Ecco alcuni dei migliori alleati naturali contro il colesterolo:

Posizione numerata per facilità di ricerca, non è una classifica di resa sul colesterolo.

1) Fragole
Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università Politecnica di Ancona ha evidenziato in particolare, come le fragole, consumate in dosi adeguate, hanno la capacità di ridurre il colesterolo-LDL, i trigliceridi e di regolare i livelli di glicemia nel sangue. Il merito sarebbe da attribuirsi alle antocianine, i pigmenti che donano al frutto il caratteristico colore rosso.

2) Pomodori
Dai dati analizzati è emerso sorprendentemente che il consumo regolare di pomodori è in grado di ridurre di circa il 10% i livelli del colesterolo cattivo. I pomodori, grazie al licopene, sono un rimedio naturale per contrastare il colesterolo alto e l’ipertensione, soprattutto se mangiati cotti e con regolarità. Nella dieta del colesterolo dosi superiori a 25 milligrammi.

3) Anguria
L’anguria è un prodotto stagionale, risulta una vera e propria alleata per il cuore e per ridurre il colesterolo LDL grazie alla citrulina, una sostanza già nota alla comunità scientifica per le sue proprietà benefiche contro ipertensione e malattie cardiache. Secondo alcuni studiosi, basterebbe una fetta di anguria al giorno per aiutare il nostro organismo a ridurre i livelli di colesterolo cattivo.

4) Pistacchi
Numerosi studi hanno esaminato gli effetti del consumo di pistacchi sui vari fattori di rischio per la salute del cuore. I pistacchi riducono il colesterolo totale, il colesterolo LDL e il colesterolo non HDL. La dieta quotidiana suggerisce consumo quotidiano di pistacchi (da 25 a 85 gr. o per il 10%-20% dell’apporto calorico)

5) Legumi
Una porzione di legumi al giorno aiuta ad abbassare il livello di colesterolo. Via libera dunque a ceci, fagioli, piselli e lenticchie, capaci di ridurre i livelli di colesterolo LDL del 5% se consumati una volta al giorno. Nello stesso tempo si ridurrebbe il rischio di contrarre malattie cardiovascolari. I legumi, inoltre, offrono al nostro corpo un ricco apporto di proteine e di sali minerali.

6) Cereali
Tra i cereali spiccano l’orzo, e gli altri cereali integrali, per via della loro ricchezza in fibre, possono contribuire a tale scopo e possono essere utilizzati sia in chicchi che in farine. L’avena è risultata essere tra gli alimenti coadiuvanti la riduzione del colesterolo.

7) Bergamotto
Bergamotto, questo semi-sconosciuto. L’agrume di Reggio Calabria in classifica otterrebbe il primo posto tra gli ipocolesterolemici naturali. Il suo corredo flavonico contiene statine naturali quanto un prodotto medicale. Le statine sono farmaci che vengono prescritti proprio per abbassare il colesterolo. Nella dieta per il colesterolo alto bastano 50 ml di succo al giorno o pochi grammi di estratto secco per ridurre il colesterolo.

8) Noci
La ‘dieta delle noci’ migliora la funzionalità endoteliale e riduce il colesterolo totale e LDL. Noci, ma anche mandorle e arachidi. La frutta secca, secondo recenti studi, ha proprietà benefiche sull’organismo e non da meno sulla riduzione del livello di colesterolo. Consumare circa 30 grammi di frutta secca al giorno sembra essere responsabile di una riduzione di colesterolo pari fino al 5%.

9) Mele
Fibre e i polifenoli delle mele riducono il colesterolo. Mangiare una mela al giorno ridurrebbe le morti dovute al rischio cardiovascolare. La presenza delle mele è dovuta al facile approvvigionamento e alla gradevolezza nel consumo, attenzione solo al metodo di coltivazione, tra i cibi più “irrorati” da antiparassitari ed anticrittogamici.

10) Pesce
Il pesce è il benvenuto, sarde, acciughe, sgombro, stocco, con cotture rapide e semplici che conservino il contenuto di Omega3 quali acidi grassi essenziali polinsaturi che facilitano la riduzione del colesterolo circolante.

Alimenti in dieta per il colesterolo alto

La dieta, gli alimenti per il colesterolo alto hanno valenza se supportati da adeguata attività fisica, la lotta contro il fumo e il sovrappeso non devono essere considerati come efficaci se abbinati inseriti in un sano stile di vita. Consigliatevi da un nutrizionista e dietista ed utilizzate il diario alimentare.

Bergastatina, abbassa il colesterolo, alza le difese immunitarie.

Bergastatina, bergamotto contro colesterolo e per le difese immunitarie. Prodotto utile per contrastare colesterolo e l’aumento delle difese immunitarie. Per tè ed infusi, raccomandato per assunzioni con scioglimento sottolinguale.

Related Post

Domande e risposte sul diario alimentare

Contrastare l’accumulo di grassiContrastare l’accumulo di grassi

Contrastare l’accumulo di grassi con i succhi estratti dalla pala di ficodindia.

Il nome scientifico della pianta è neopuntia, opuntia ficus indica dalla quale si utilizzano sia il frutto il fico d’india che anche le pale ovvero le foglie dette cladodi.
A contrastare l’accumulo di grassi nel corpo non è il frutto ma le foglie, vediamo le proprietà.
La Neopuntia, altro nome è Nopal, si ricava dalle foglie di fico d’India (Opuntia ficus), una pianta appartenente alla famiglia delle Cactaceae che cresce spontaneamente nei paesi dell’area mediterranea, anche in Italia soprattutto nel meridione.
La sua altezza varia e può raggiungere i 5 metri, è dotata di spesse foglie carnose ricoperte di spine (cladodi). (altro…)

NopalineNopaline

Nopaline, cosa è, a cosa serve?

Succo di pala di ficodindia, Nopaline, gli aspetti nutraceutici.

Controlla l’indice glicemico

Una ricerca condotta appunto in Messico, da un gruppo di studiosi dell’Università della Bassa California a Tijuana, ha dimostrato le proprietà ipoglicemizzanti del succo di pala di ficodindia, utili in caso di diabete mellito. Ma anche chi non è diabetico può giovarsi con profitto di questo moderatore della glicemia che riduce l’assorbimento di zuccheri e grassi favorendo il dimagrimento. (altro…)

Il risultato dopo aver adottato un diario alimentare

Tè verde giapponese SenchaTè verde giapponese Sencha

Tè verde giapponese Sencha 100 grammi – Nutrisana

Il tè verde giapponese Sencha a foglie è il più classico ed apprezzato tra i tè.  In Giappone circa l’80% delle piantagioni destinati a tè sono della varietà Sencha. Questa incetta di tè verde del tipo Sencha in giappone è per merito delle sue proprietà antiossidanti e del fatto che viene raccomandato nelle diete come un valido aiuto per dimagrire.

Le foglie del tè verde giapponese Sencha sono di un bel verde scuro e luminoso e hanno una forma ad ago. Molto diverso per profumo, sapore e colore da quelli cinesi, addirittura tra i migliori tra quelli giapponesi, il Sencha si adatta bene anche al gusto italiano, seppur non abbiamo una vera tradizione da seguire. Il tè Sencha è di qualità superiore. Presenta un gusto particolarmente armonioso, tra l’astringente e il dolce, lasciano in bocca anche un retrogusto molto rinfrescante. (altro…)